Donna che si sta sottoponendo all'epilazione laser seguendo i dovuti standard di sicurezza. In sovraimpressione si legge: Epilazione laser: cos'è. come funzione, benefici e precauzioni

​Epilazione Laser a Diodo: benefici e precauzioni per un trattamento in sicurezza

L’epilazione laser rappresenta una scelta sempre più popolare per chi desidera liberarsi dei fastidiosi peli superflui, cercando alternative ai metodi tradizionali, e talvolta scomodi, come cerette o rasature quotidiane.

Questa innovazione ha rivoluzionato il concetto di rimozione dei peli, offrendo notevoli vantaggi in termini di efficacia e durata dei risultati ottenuti. Tuttavia, benché sicuro nella maggior parte dei casi, non si tratta di un trattamento totalmente esente da controindicazioni ed effetti collaterali, pertanto ci sono dettagli importanti da conoscere prima di sottoporsi a questa procedura.

In questo articolo esploreremo l’epilazione laser in modo approfondito, per comprendere cosa rende questo trattamento così efficace e quali sono le buone prassi da seguire per non correre rischi e assicurarsi un’esperienza sicura e soddisfacente.

Il ciclo di crescita dei peli

Prima di addentrarci nei dettagli di come funziona l’epilazione laser, è essenziale comprendere come funziona il ciclo di crescita dei peli.

Ogni pelo è una piccola produzione epidermica filiforme che dalla radice sottocutanea, il follicolo pilifero, si sviluppa verso la superficie della pelle. Il suo ciclo di crescita è sostanzialmente regolato dalle cellule del bulbo pilifero presente alla base del follicolo, e si verifica in tre distinte fasi: anagen (fase di crescita attiva), catagen (fase di transizione), e telogen (fase di riposo).

È importante sottolineare, e capiremo tra poco perché, che ogni pelo ha un ciclo di crescita indipendente. Ciò significa che in uno stesso momento, i peli possono trovarsi in fasi di crescita differenti.

​Epilazione Laser a Diodo: benefici e precauzioni

La differenza tra depilazione ed epilazione

Questo ciclo di crescita è alla base del problema che rende la rimozione dei peli un’impresa frustrante e noiosa per molte persone.

Spesso si ricorre infatti a metodi di depilazione, come rasoi o creme depilatorie, che rimuovono solo la parte visibile del pelo lasciando intatto il bulbo pilifero e permettendo ai peli di tornare nella fase di crescita attiva in pochi giorni.

D’altro canto, i metodi di epilazione più tradizionali come la ceretta o l’epilatore elettrico (silk-epil) sono sicuramente più efficaci dato che estraggono il pelo dalla radice indebolendolo e ritardandone la crescita, ma sono comunque dei metodi temporanei.

L’epilazione laser, invece, è progettata per interrompere progressivamente questo ciclo di crescita, intervenendo direttamente sul bulbo pilifero con il fine di renderlo inattivo e impedire al pelo di ricrescere.

Ma come raggiunge questo scopo e cosa comporta esattamente il trattamento? Scopriamolo insieme.

​Come funziona l’epilazione laser

Il processo alla base dell’epilazione laser è alquanto affascinante, poiché utilizza la potenza della luce, o meglio, della radiazione luminosa concentrata in un raggio laser, per colpire direttamente il follicolo pilifero responsabile della ricrescita.

Il laser emette una luce altamente concentrata in una singola lunghezza d’onda. Questa luce viene assorbita dalla melanina contenuta nei peli e che ne determina il colore, trasformandola in calore.

Questo calore è ciò che fa il trucco: raggiungendo il follicolo pilifero, riscalda il bulbo distruggendolo in modo permanente, impedendogli quindi di sostenere ulteriori cicli di crescita.

Tutto ciò potrebbe suonare come un trattamento avveniristico, ma è importante sottolineare che l’epilazione laser è uno sforzo graduale.

Il processo richiede infatti più di una seduta, in quanto solo i peli nella fase anagen del loro ciclo di crescita rispondono all’epilazione laser. E poiché, come già accennato, i peli crescono in cicli indipendenti, alcune sedute aggiuntive sono necessarie per coprire tutte le fasi.

​Come eseguire l’epilazione laser in sicurezza

Quali passaggi andrebbero affrontati per sottoporsi ad un trattamento di epilazione laser senza incorrere in spiacevoli rischi?

È importante notare che la sicurezza e l’efficacia dell’epilazione laser dipendono in gran parte dalla qualità del dispositivo utilizzato, dalla competenza dell’operatore e dalla corretta identificazione dei candidati idonei.

Quando il trattamento è effettuato da operatori non qualificati o in strutture non professionali, i rischi di effetti collaterali possono aumentare significativamente e, di fatti, non sono rari i casi di ustioni provocati da una scorretta calibrazione del laser. Pertanto, è consigliato sottoporsi al trattamento sotto supervisione medica.

​1. Valutazione iniziale

Un consulto medico è il primo passo essenziale per una valutazione completa prima di intraprendere il trattamento.

Un medico specialista potrà infatti valutare lo stato di salute generale, la presenza di eventuali allergie o condizioni mediche controindicate come la gravidanza, l’allattamento, l’epilessia, l’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti, o la presenza di nei e tatuaggi nell’area da trattare.

Inoltre, quando il trattamento è effettuato da personale medico, si ottengono maggiori garanzie sulla valutazione del proprio fototipo cutaneo e tipo di pelo, aspetto fondamentale per determinare la lunghezza d’onda del laser più appropriata per il proprio caso specifico.

​2. Preparazione

Prima della seduta, è importante seguire le raccomandazioni dello specialista per garantire che la procedura sia efficace e sicura.

Questo potrebbe includere l’evitare di esporsi al sole per un certo periodo di tempo prima del trattamento, rasare l’area da trattare poco prima della seduta, o evitare l’uso di creme o lozioni profumate sulla pelle da trattare.

​3. La seduta

Durante la seduta è buona norma proteggere gli occhi dalla luce laser con degli appositi occhiali protettivi.

È utile sapere che l’epilazione laser non è dolorosa ed è generalmente ben tollerata dai pazienti. Molti descrivono la sensazione avvertita durante il trattamento come una percezione di calore o piccole punture sulla pelle, ma si tratta in genere di un disagio moderato.

Quanto alla durata del trattamento, questa varia a seconda dell’estensione delle aree da trattare, ma in generale, è un processo relativamente veloce.

​4. Dopo la seduta

Una volta completata la seduta, si potrebbe notare una lieve irritazione o arrossamento nella zona trattata, ma queste sensazioni scompaiono generalmente entro un breve lasso di tempo.

Anche in questa fase è importante seguire le istruzioni dello specialista, le quali potrebbero includere l’uso di creme lenitive o il rispetto di alcune precauzioni per evitare effetti collaterali, come, ad esempio, evitare ancora l’esposizione solare o le docce calde per un breve periodo.

​5. Sedute successive

Come già detto, l’epilazione laser richiede più di una seduta per raggiungere risultati duraturi.

Tra una seduta e l’altra è bene evitare di ricorrere ad altri metodi di epilazione temporanea come la ceretta. Questo è cruciale poiché queste pratiche potrebbero favorire la ricrescita dei peli e ostacolare il processo di indebolimento mirato e progressivo dell’epilazione laser.

​L’Epilazione Laser a Diodo

Una delle tecnologie più avanzate nell’ambito dell’epilazione laser è l’Epilazione Laser a Diodo. Questo tipo di trattamento si basa sull’uso di laser a diodi, che emettono luce ad una lunghezza d’onda particolarmente efficace nell’indirizzare la melanina e penetrare in profondità.

​Epilazione Laser a Diodo: benefici e precauzioni

Presso Angiomedica, utilizziamo il dispositivo MS-LIGHTSTAR, un laser di tipo medico di ultima generazione, che può essere gestito esclusivamente da personale altamente qualificato, quali medici, fisioterapisti e infermieri.

Una caratteristica distintiva del MS-LIGHTSTAR è la sua capacità di combinare diverse lunghezze d’onda (808nm, 755nm, 1064nm), consentendo ai nostri professionisti di selezionare quella ottimale per adattarsi al fototipo e alle specifiche caratteristiche del pelo. Questa versatilità contribuisce quindi ad ottenere un livello di personalizzazione che massimizza l’efficacia del trattamento.

Il dispositivo MS-LIGHTSTAR vanta inoltre una frequenza di impulso di 20 Hertz, il doppio rispetto ad altri laser. Questa elevata velocità operativa consente di coprire le aree target in modo più rapido ed efficiente, riducendo notevolmente il tempo complessivo necessario per la procedura.

Infine, questo dispositivo è anche dotato della tecnologia Dual Cooler, che assicura un’eccellente riduzione della temperatura fino a -5°C. Ciò non solo garantisce il massimo comfort per il paziente, ma minimizza il rischio di scottature o fastidi cutanei.

Effettuando l’epilazione laser presso Angiomedica, puoi quindi avere la certezza di ricevere un trattamento all’avanguardia che si adatta alle tue esigenze specifiche, garantendo risultati ottimali in un ambiente sicuro e professionale.

Contattaci per saperne di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto